Biografia - Michele Massimo Tarantini

Vai ai contenuti

Menu principale:

Biografia

Michele Massimo Tarantini nasce a Roma il 7 Agosto 1942. Dopo la maturità classica al Convitto Nazionale Vittorio Emanuele II, si iscrive alla Facoltà di Architettura di Valle Giulia a Roma. Nel 1960 partecipa attivamente ai primi scioperi studenteschi per la riforma universitaria. In seguito, abbandona l’università e passa qualche tempo in Germania. Rientrato in Italia scrive fotoroman-zi per la Casa Editrice Ponzoni di Milano. Torna a Roma e ottiene un contratto con le Industrie Grafiche Bozzesi, iniziando così, all’età di ventun anni, l’attività di produttore esecutivo, sceneggiatore e regista di due collane di fotoromanzi.
Nel 1963 muove i primi passi nel cinema come segretario di produzione per la Zenith Cinematografica. Inizia la carriera nel campo della regia come segretario di edizione di Liliana Cavani per la Clodio Cinematografica. Dopo varie esperienze come scenografo, costumista, montatore e aiuto regista, che lo portano a lavorare oltre che in Europa anche in Estremo e Medio Oriente, Nord Africa, East Africa e America del Nord e del Sud, esordisce alla regia nel 1971 con il film “7 ore di violenza per una soluzione imprevista”. La pellicola è un fracasso commerciale e torna a lavorare come aiuto regista con Sergio Martino e Nando Cicero. Non smette però di svolgere con successo la sua attività di sceneggiatore. L’anno successivo dirige il film “La liceale” che ottiene un enorme successo al botteghino e gli apre le porte del cinema commerciale. Gira così altri 37 film distribuiti per la maggior parte da Medusa e Titanus. Dal 1983 vive e lavora tra il Brasile e l’Italia.
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu